VLF Force 1 V10 | L’ultima creatura di Henrik Fisker.

VLF Force 1 V10 | L’ultima creatura di Henrik Fisker.

Henrik Fisker classe 1963 è un designer e imprenditore automobilistico. E’ stato socio fondatore e presidente esecutivo della Fisker Automotive. Ha vissuto e lavorato in Germania, Inghilterra e nel sud della California. “Papà” creativo delle meravigliose Aston Martin DB9, Aston Martin V8 Vantage e BMW Z8. Poi nellle vesti di imprenditore e produttore ha dato alla luce la celebre Fisker Karma. Nell’ultimo periodo lo abbiamo visto dedicare anima e corpo al progetto Fisker Galpin Rocket. Ma proprio in questi giorni al salone dell’automobile di Ditroit torna alla ribalta, sotto i riflettori di tutto il mondo, nella sua consueta doppia veste di imprenditore-disegner.

henrik-fisker-3-678-photo-428331-s-original

Con il nuovo marchio VLF Automotive il designer e imprenditore danese Henrik Fisker torna a stupire il mondo e ad incantare la platea del salone di Detroit. La VLF Force 1 V10, è una grintosa e filante supercar-coupé, ovviamente bi-posto, che cela sotto il cofano anteriore una bestia di motore da 8.4 L V10 di derivazione Dodge Viper. Questa belva da 745 CV e 928 Nm ha tutte le sembianze di una mansueta gran turismo e invece.

La VLF Force 1 V10, è un gioiello di tecnologia interamente realizzata in fibra di carbonio. Evidentissimi sono i canoni stilistici di Fisker e delle classiche icone sportive USA. Lunghissimo cofano motore e abitacolo praticamente posto sull’asse posteriore. A dare ancora più carattere e forza, dal punto di vista stilistico, alla Force 1 V10, ci sono sei prese d’aria frontali per alimentare il poderoso propulsore, ma anche gruppi ottici ultra sottili e piccole appendici spoiler necessari a mantenere il contatto con l’asfalto ad alta velocità.

Ma torniamo per un attimo a parlare della meccanica di questa “Modern-Hyper-HotRoad”. Questo mostro è infatti equipaggiato con il motore aspirato più potente ad oggi disponibile sul mercato. Il tutto unito al meglio della tecnologia automobilistica mondiale, come ad esempio i freni Brembo e i pneumatici Pirelli P Zero. Ricordiamo infatti che le prestazioni dichiarate dalla Casa americana parlano di 350 km/h e di poco più di 3 secondi per toccare i 100 km/h da fermo, il tutto grazie anche la cambio manuale 6 marce che può essere sostituito da un atuomatico sempre a 6 marce con paddle al volante.

Il concetto americano di “viaggio in auto”, nell’immaginario comune si riflette ovviamente nelle grandi attraversate e in interminabili viaggi lungo aride distese. Per questo motivo e per non lasciare nulla al caso gli interni sono realizzati con la massima cura. Sia per quanto riguarda il dettaglo, sia per quanto prevede il tipo di sellerie cucite a mano. Tutto rigorosamente in morbidissima e robusta pelle scamosciata e Alcantara. Per non far mancare propio nulla ai due speciali passeggeri, il classico porta bevande da mini-van americano è stato convertito in uno speciale porta bottiglie per champagne.

4

Infine occorre segnalare che la produzione sarà limitata inizialmente a sole 50 unità, distribuite dalla Viper Exchange di Ben Keating. A dimenticavo, nel prezzo sono compresi due inviti Super-Vip per accedere ai paddock, di due gare a piacere, in cui partecipa il Ben Keating team.

Written By
More from BLACKFLAG

Starfleet Machine | by Maximilian Büsser

MB & F è un brand d’orologeria d’alta gamma. Nasce a Ginevra...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *