Adidas Glitch – Il brand delle tre strisce lancia gli scarpini componibili

Adidas Glitch – Il brand delle tre strisce lancia gli scarpini componibili

Dopo l’introduzione del Sock, il calzino che ha segnato una vera e propria rivoluzione nel mondo delle scarpe da calcio da parte di Nike, adidas rilancia con un vero e proprio pezzo da novanta che lascerà sicuramente il segno nella storia degli scarpini. adidas Glitch 16 in pratica è uno scarpino componibile composto da 2 pezzi, uno strato interno a contatto con il piede e uno esterno, un’outer skin, una vera e propria tomaia dotata del piatto suola FG o SG, a seconda delle esigenze, che aderirà completamente con la base interna semplicemente infilandola come una scarpa, permettendo un livello di personalizzazione ai massimi livelli.

Inizialmente verranno prodotte sei diverse colorazioni per la tomaia esterna, ma il brand delle tre strisce ha promesso che ne rilascerà delle nuove con cadenza settimanale. I primi ad avere la Glitch 16 sono stati selezionati ragazzi Londinesi che avranno accesso alla speciale App a circuito chiuso “adidas Glitch” in cui si confronteranno scrivendo le proprie sensazioni e feedeback riguardanti la scarpa. L’idea di adidas in pratica è quella di creare una community locale a Londra in cui lanciare il prodotto, e l’unico modo per ricevere un invito è quello di seguire da vicino i primi partecipanti. Chi riuscirà ad entrare riceverà a casa le proprie scarpe personalizzate entro 4 ore dalla richiesta.


Anche 5 giocatori professionisti hanno già ricevuto gli scarpini, tra questi Charlie Colkett, giovane promessa del Chelsea in prestito ai Bristol Rovers, che non ha esitato a pubblicare sui social le sue nuove Glitch 16 abbinate ai colori sociali del club. Restate sintonizzati nelle prossime settimane per avere altre news su una rivoluzione di cui sentirete sicuramente parlare molto.

 

 

Tags from the story
,
Written By
More from BLACKFLAG

“Untitled” di Basquiat venduto per 57.3 milioni di Dollari

“Untitled” di Basquiat venduto per 57.3 milioni di Dollari L’opera “Untitled” di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *