Ben Mustacho intervistato da Black-Flag

 

Black-Flag intervista Ben Mustacho

 

Ciao Marco, come stai ?

 

Ciao, sto bene anche se nessuno mi chiama per nome, nemmeno i miei genitori.. sono Ben o Benna per tutti ormai!

 

Raccontaci un po’ di te ?

 

Parto da una citazione di David Bowie. “I am a dj, I am what I play“, dice tutto no? Di me c’è da dire un po’ di cose. In breve c’è da dire che ho quasi 33 anni, che ho la passione per la musica, ma anche quella per i tattoo. Si può dire che artisticamente parlando sono stato un vocalist e un cantante prima di essere un dj, che ho un bambino di 11 mesi che si chiama Noah, che sono sposato da quasi 5 anni e che nelle mie radici oltre al rap e all’hip hop ci sono il punk, l’hardcore e il crossover.
Si può dire che dormo poco e che lavoro tanto, che l’estate è stata piena di soddisfazioni e l’inverno che arriva dovrà esserlo di più e che mi troverete sempre come resident alle serate Supreme a Reggio Emilia e poi con tante altre novità che non è ancora il momento di svelare.

 

Abbiamo detto che fai il DJ, non possiamo che parlare delle tue sonorità preferite..

 

Allora il “mio” hip hop è come il “mio” hardcore, preferisco le melodie più rudi e pesanti, tipiche per entrambi i casi della East Coast americana; meno patina e più sostanza e liriche più urbane; anche se dall’altra parte degli states c’è gente come Snoop Dogg, in assoluto uno dei miei preferiti, così come l’eterno 2Pac. I suoni gangsta sono i miei preferiti, quelli più “Tamarri” in assoluto sono quelli che preferisco ascoltare ma anche mettere in selezione. BPM sotto i 100 e bassi pesanti. Parlando di nuova scuola, menzione particolare per dj Khaled, Rick Ross e quegli artisti che hanno saputo reinventarsi come Puff Daddy e Busta Rhymes. Infine faccio un nome che chiunque faccia hip hop dovrebbe venerare, Wu-Tang Clan.

 

Band Hardcore e Dj rap, due strade che possono sembrare lontane tra loro ma non è così, giusto ?

 

“Hardcore” è un termine usato in entrambi i generi, che da sempre sono stati accomunati da una cosa: vengono dalla strada e non hanno bisogno di particolari virtuosismi tecnici per essere suonati. Ovviamente la storia è piena di contaminazioni e meltin’ pot tra i due generi, il più famoso dei quali forse si chiama Bestie Boys, band che nasce dalla scena punk/hardcore di Washington dei primi anni 80 per poi virare con un certo successo verso l’hip hop. Le prime contaminazioni però si trovano ad esempio in band come gli Eartth Crisis, fino ai più recenti Deez Nuts, band australiana Rapcore, fonte di grande ispirazione per quella che era la mia band. Dobbiamo però aggiungere una cosa molto importante, non era fondamentale suonare un genere piuttosto che un altro.. l’hardcore, mischiato ad un cantato rap, era il mezzo per girare l’Italia suonando insieme a uno dei miei migliori amici. Fare la NOSTRA musica insieme valeva più di ogni altra cosa

 

Questa è una domanda che ti faranno tutti, perché Ben Mustacho ?

 

Molto semplice.. cercavo ironia, perché l’ironia è qualcosa che spesso manca.. porto i baffi da diversi anni e volevo giocarmeli nella mia immagine ed in spagnolo era abbastanza zingaro. In sostanza mi piaceva mentre per il nome non è che l’abbreviazione di Benna, il mio soprannome da sempre (dal cognome Benati). Ora non posso più tagliarmi i baffi, ma questo è un altro discorso..

 

Progetti per il futuro ?

 

Farò questo finchè mi darà abbastanza energia per non dormire la notte, per spendere un sacco di soldi comprando musica e strumentazione e finché avrò voglia di migliorare tutti i giorni. Nel futuro prossimo ci sono un paio di progetti che spero vadano in porto e quindi non vi svelo e il seguito del mio mixtape “Fight in da club”. e sarà un sequel molto meno Easy!

 

 

Grazie del tuo tempo Ben e speriamo di rivederci presto, casomai a Reggio Emilia

 

Trovate la Pagina di Ben a questo indirizzo, ed intanto vi lasciamo al suo ultimo mixtape.

 

Ben Mustacho

More from BLACKFLAG

Guarda il documentario di Levi’s ‘Skateboarding in La Paz’

Pochi mesi fa è entrato nel team di Skateboarding di Levi’s lo...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *