In Tiziana Mancarella we trust.

Tiziana Mancarella.

Giovane designer/stilista, classe 1988, bellissima, originalmente eccentrica, stile minimale,ma mai scontato;nello scenario dello streetwear non si può non parlare di lei.

 

La passione per la moda, in particolare per lo streetstyle londinese, nonché l’attitudine a cogliere i dettagli, quelle piccole cose della quotidianità che costituiscono preziose fonti di ispirazione, la inducono a creare il suo brand. E’ il 2011 quando esce “IN TEES WE TRUST” , prima collezione che si propone come interessante alternativa alle t-shirt e felpe a stampa, capi che di recente sono stati variamente proposti e interpretati. Caratterizzata da linee semplici e toni decisi, questa basic line riflette efficacemente il gusto punk della stilista, la quale, oltre a utilizzare sapientemente il nero, interpreta in modo del tutto personale (e innovativo) il simbolo della croce, accostandola ad elementi eterogenei, quali inserti in ricamo, pizzo ed ecopelle.“La croce, simbolo forte e significativo, mi incuriosiva da tempo, fino a che non ho deciso di darne una mia personale interpretazione.Dissacrante? No! Il mondo dei significati cosi come quello della moda è così vasto da non poter esser generalizzato: persino una croce può acquisire infinite valenze.” 

Concept analogo ricorre nella linea pret a porter  “MIX AND MATCH”, nella quale si ravvisa un carattere più ricercato, che trova le sue radici nelle passioni individuali, nei viaggi e, più in generale, in una profonda sensibilità rispetto a ciò che ci circonda. Nuovamente protagonisti sono il colore nero e l’ecopelle, combinati a giochi di trasparenze, borchie e diversi patterns come il camouflage o il tartan.
Anche nelle creazioni successive è evidente il richiamo allo street style londinese e al mondo biker, da quali vengono mutuati i toni grintosi e ribelli, ma a colpire è soprattutto la volontà di sperimentare, di pervenire a soluzioni essenziali, originali e dinamiche, traendo ispirazione da ciò che nell’immaginario comune appare mediocre, usuale e quindi trascurabile. La capacità di osservare ciò che ci circonda e di plasmarlo in un prodotto creativo (e appetibile per la massa) costituisce uno dei punti forza della stilista, che si conferma costantemente come una precorritrice; uno dei maggiori meriti che le si riconosce è proprio questo, concepire capi di fatto minimali e al contempo dotati di uno straordinario impatto visivo e comunicativo.
La comunicazione d’altra parte è il fine ultimo del processo creativo; che si tratti di arti visive, moda o fotografia, quello che ci si propone è il veicolare, mediante la propria opera, un contenuto. E Tiziana non si esime dal farlo. Le sue collezioni divengono così un tramite quanto mai eloquente della sua visione del mondo, di una ricerca soggettiva, che in quanto tale risulta avulsa da dettami, definizioni e regole; libertà dunque. In fondo l’arte, in ogni sua forma, non è innanzitutto questo?
                                                                                                                                                           A cura di Camilla Cherbassi.
Tags from the story
,
Written By
More from BLACKFLAG

Toys for Boys | Alfa Romeo 4C Spider.

“Quest’auto ha tutto quello di cui guidatori seri hanno bisogno, e niente...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *