La rigenerazione urbana di Milano proposta da Stefano Boeri e MAD Architects

Il nuovo polmone di Milano

Riqualificare gli scali ferroviari di Milano è il principale obiettivo del progetto gestito da Stefano Boeri e MAD Architects. L’architetto milanese ha proposto di rendere Milano una città più verde con la creazione del progetto “Green River” che prevede di rigenerare gli ex scali ferroviari della città tra cui Porta Genova e Porta Romana. Il 90% dei sette siti oggetti dello studio sarà ricoperto da parchi, corridoi ecologici, corsi d’acqua e piste ciclabili in modo che le zone siano meno densamente popolate ed oppressive. Il rimanente 10% delle aree sarà usato per la creazione di zone residenziali, biblioteche e kindergartens.

“Green River” assorbirà più di 45,000 tonnellate di diossido di carbonio emesse e produrrà 1,800 tonnellate di ossigeno, diventando così il principale polmone del capoluogo lombardo. La creazione di queste aree “car-free” ridurrebbe il traffico, l’inquinamento della città e sostituirebbe le vecchie ferrovie con piste pedonali e ciclabili, ispirandosi al modello ecologico di circolazione di Amsterdam. A rifinire il progetto, MAD architects ha proposto la costruzione di quartieri residenziali dominati da palazzi con un look assai futuristico che va a ricalcare l’aspetto del Bosco Verticale nell’area di Porta Nuova.

L’idea è stata presentata al Salone del Mobile di Milano questa settimana.

More from Edoardo Macelloni

STAMPD e IKEA annunciano la collaborazione

STAMPD e IKEA annunciano la collaborazione I giganti svedesi e Chris Stamp,...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *