NTMB

NTMB – Handmade reworking and customizing of clothes.

Il cuore di NTMB é ciò che si legge nelle prime righe della sezione About us del loro sito. Una frase che racchiude un mondo. Un brand scoperto questa estate, amato fin da subito, che basa il suo concept su un lavoro di customizzazione e lavorazione manuale di ogni pezzo, ridare nuova vita a capi “old” ed usare scarti di lavorazione per creare una collezione dal sapore metropolitano e trasgressivo. Non potevo non parlavene. Ma andiamo con ordine ed iniziamo a conoscere Davide de Vivo creatore e fondatore di NTMB.

 

Credits photo Campagna PULPHER

 

Chi é Davide, la mente creativa di NTMB ?

Mi chiamo Davide De Vivo, vivo a Napoli ed ho 26 anni. Ho conseguito gli studi in lingue orientali (Giapponese, Coreano e Inglese), ed ancora ora continuo gli studi nonostante gli impegni. Sono appassionato di qualsiasi cosa: videogiochi, arte, storia e ovviamente anche moda.

 

Quando é nato NTBM?

NTMB nasce ufficialmente nel 2015 da me e Matteo Paloni e, con la collaborazione di Veronica Carmen Massa.

Qual é il vostro Brand concept?

Dietro NTMB più che il concetto semplice di brand c’è un modo di pensare, un modo di approcciarsi alla realtà in continuo cambiamento, tutto muta velocemente e spesso ci si perde nel trovare una propria collocazione sociale e si finisce per seguire un’idea collettiva più che personale, lasciando soffocare la propria dimensione.

Quindi avete una missione?

Noi cerchiamo di stimolare la libertà di “essere” differenti e di fare la differenza all’interno della quotidianità.

Quindi sono queste le basi su cui poggia NTBM, a cosa vi ispirate?

Il brand trae ispirazione dalla cultura underground e da tutti i suoi sottogeneri, mischiandoli tra di loro non esiste nessun confine, ogni particolare può subentrare ad un altro.

Customizzazione e riciclaggio, sono due degli aggettivi che caratterizzano il marchio, spiegaci meglio?

NTMB è anche rispetto per l’ambiente e per il capo di abbigliamento. Un paio di jeans rovinati oggi fa tendenza, ma fino a qualche anno fa non era esattamente così, basta girare nei mercati cittadini per vedere la quantità di merce spesso scartata che non aspetta altro che essere rinnovata e migliorata. Perciò cerchiamo di utilizzare ciò che è stato gettato via per dargli una nuova vita. In questo modo il ciclo di vita di quel capo continua e allo stesso tempo acquisisce un valore che prima non aveva. Non salvi solo un capo ma riduci anche gli sprechi di materia prima.

Seguendovi so delle vostre collaborazione, vuoi dirci qualcosa in più? 

Lo scorso luglio abbiamo iniziato una collaborazione con Faith Connexion la quale è stata ed è una grandissima esperienza. A settembre abbiamo lanciato una collaborazione con Pulpher un nuovo brand ora disponibile sul loro sito.

 

WEB

www.ntmb.it

Instagram

Facebook

More from Annamaria Maisto

dICTIONARY PROJECT

dICTIONARY PROJECT, un viaggio alla scoperta del mondo. dICTIONARY project è un...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *